EN ISO 13849-1:2015 & 13849-2:2013 Sicurezza del macchinario – Parti dei sistemi di comando legate alla sicurezza

Destinatari:

 Responsabili R&S  Responsabili Documentazione Tecnica  Responsabili del servizio di prevenzione e protezione (RSPP)

Obiettivi:

Illustrare i contenuti delle norme ISO 13849-1 e ISO 13849-2
Identificare le funzioni relative alla sicurezza dei macchinari secondo i requisiti della norma EN ISO 13849-1, fornendo i principi di progettazione per la realizzazione delle parti dei sistemi di comando legate alla sicurezza (SRP/CS), inclusa la progettazione del software.
Determinare per le SRP/CS il livello di rischio e il livello di prestazione richiesto, fornendo le metodologie per realizzare le SRP/CS secondo i requisiti della norma
Illustrare i requisiti per la progettazione del software collegato alle SRP/CS, fornendo in generale una metodologia di sviluppo del software applicabile anche in campi diversi da quello strettamente trattato dalla EN ISO 13849-1
Specificare le procedure e le condizioni da seguire per la validazione mediante analisi e prove, delle funzioni realizzate dalle SRP/CS progettate in conformità alla norma EN ISO 13849-1

Metodologia:

Teoria illustrata con esempi pratici.
Discussione di casi pratici

Documentazione:

Ai partecipanti verranno fornite una copia cartacea delle slide.

Prerequisiti:

Appartenere all’Area R&S o Sicurezza

Durata:

2 giornate – 9:30-17:30

Contenuti:

Cenni sulla Direttiva Macchine, aspetti di responsabilità, valutazione del rischio  Le parti dei sistemi di controllo legate alla sicurezza (SRP/CS)  Metodologia per l’identificazione delle funzioni di sicurezza (Boundary diagram e Fast diagram)  Il livello di prestazione richiesto Plr  L’architettura delle SRP/CS e le categorie prescritte dalla norma  Il tempo medio al guasto pericoloso MTTFd: metodo di calcolo  La copertura diagnostica DC  Il calcolo del livello di prestazione Pl  I principi di sicurezza di base e i componenti ben provati  Il principio di esclusione delle avarie  Le misure contro i guasti comuni (CCF)  Le misure contro i guasti sistematici  La progettazione del software legato alle SRP/CS e il ciclo di sviluppo tramite il modello a V: metodologia per identificare le funzioni software e per costruire il V model corrispondente  I requisiti di condizioni ambientali, di manutenzione e di documentazione tecnica e di utilizzo  La validazione secondo la norma ISO13849-2  Il piano di validazione, la lista dei guasti, i documenti di validazione  La validazione per analisi e per test  La validazione delle funzioni legate alla sicurezza e relativi parametri (Pl, categorie, MTTFd…)  La validazione del software legato alla sicurezza  La validazione dei requisiti ambientali, di manutenzione e delle informazioni tecniche e di utilizzo

Docente:

Ing. Ezio Gaiani
Cubo Societa’ di Consulenza Aziendale Srl

Quotazione:

€ 850,00 (Iva esclusa) per partecipante, comprensivo del pranzo di lavoro e dei coffee breaks.

Attestati:

Verrà rilasciato un Attestato di Partecipazione