Programmazione e controllo della Produzione

Destinatari:

 Responsabili di produzione,
 Responsabili programmazione produzione,
 Responsabili di commessa/di progetto,
 Responsabile Industrializzazione prodotto.

Obiettivi:

 Fornire ai partecipanti i concetti della LOGISTICA INTEGRATA, cioè la connessione tra i bisogni
del cliente, pianificazione di produzione, produzione, controllo di gestione, acquisti e logistica.
 Creare maggiore consapevolezza sulla importanza della interconnessione tra i vari processi e
controllo dei costi di prodotto che ne derivano.

Contenuti:

 I sistemi di produzione
 Le diverse classificazioni: per processo tecnologico e per metodologia di produzione
 La classificazione per modalità di gestione: da ETO a MTS
 La matrice “prodotto – metodologia di gestione”
 Il concetto di logistica integrata
 Gli attori della Logistica Integrata e le diverse logistiche (approvvigionamento, interna di
produzione e distributiva)
 Il costo del prodotto (costi diretti, indiretti, di produzione ecc) e le voci di costo che incidono sui
diversi costi;
 La classificazione delle scorte
 Produzione di Serie/Produzione su Commessa e posizionamento delle scorte, secondo il
modello di gestione
 Il costo delle scorte (Costo di Approvvigionamento, Costo di Mantenimento);
 I sistemi di gestione della produzione indipendenti dall’impiego
 Il concetto di lotto economico e il calcolo del lotto economico
 Il calcolo della “fornitura” o della “produzione” che minimizza il costo totale
 Il livello di servizio e il calcolo della scorta di sicurezza corrispondente con Consumo Variabile
e con Lead Time variabile
 La gestione delle giacenze a magazzino: l’analisi ABC
 Calcolo dell’indice di rotazione
 La Cross Analysis come strumento per la definizione delle politiche di gestione per gruppi di
codici
 I sistemi di gestione della produzione legati al ritmo dell’impiego
 La previsione della domanda: cenni ad alcuni metodi quantitativi (estrapolativi da serie storiche)
e qualitativi
 Dall’ S&OP (Sales and operation planning) all MPS: le family bill e i piani di produzione per
prodotto finito: approccio level e approccio chase
 Dall MPS al MRP: vantaggi e limti dell MRP
 I principi di funzionamento del MRP: i dati fondamentali del MRP, il concetto del Fabbisogno
Lordo – Fabbisogno netto – Impegno, il concetto di Disponibilità
 I diagrammi di Gantt
 CRP :la schedulazione a capacità finita. La capacità produttiva e il calcolo delle risorse
 Indicatori di produzione: OEE
 Lo scheduling per allocare correttamente gli ordini di produzione: obiettivi e metodi degli
algoritmi di scheduling
 Alcuni algoritmi di scheduling: modello di Karg e Thompson, modello di Johnson
 MES (Manufacturing Enterprise System) come sistema aziendale per il controllo della
produzione: i moduli principali di un sistema MES
 L’integrazione dei vari sistemi aziendali: ERP MES WMS
 Il sistema di gestione di produzione Jit (Just in Time): alcuni cenni sui principali strumenti Lean

Metodologia:

Presentazioni, esempi, esercizi e discussioni

Requisiti:

Dotarsi di pc portatile

Durata:

2 giornate 9:30 – 17:30

Docente:

Ing. Alessandro Kokeny – Ing. Ezio Gaiani Cubo Società di Consulenza Aziendale Srl.

Quotazione:

€ 850,00 (Iva esclusa) per partecipante, comprensivo dei pranzi di lavoro e dei coffee breaks.

Attestati:

Verrà rilasciato un Attestato di Partecipazione